Essere RistoSocial | Dai un’opportunità al tuo locale

Essere RistoSocial | Dai un’opportunità al tuo locale



So che stai bene in cucina, in sala, nella tua cantina o in quel mercatino a fare la spesa per quella serata a tema che hai organizzato insieme allo chef per la settimana prossima, ma non ne vuoi sapere proprio di marketing, strategie e comunicazione digitale anche perché tu nasci in cucina, non hai tempo per queste “cosette”, hai bisogno di clienti durante la settimana e non te ne importa nulla della Pagina Facebook, per quella ci può pensare tuo nipote o per il canale YouTube, mica sei Valentino Rossi.

Forse, “Se pensi sia costoso assumere un professionista con esperienza, aspetta di vedere quanto ti verrà a costare un dilettante”!

Sei comodo? Ok, tra qualche riga potresti aver bisogno di prendere carta e penna quindi occhio!

Oggi è inutile che ti parliamo di statistiche e percentuali che ti farebbero fibrillare al solo pensiero di non essere online con il tuo locale, oggi sono qui per raccontarti una storia, la tua.

Anni fa sicuramente ti svegliavi, andavi al Ristorante o in Albergo e il gioco era fatto, bastava un Menù, un buon Menù composto a regola d’arte con ricette piene di tradizione e ingredienti genuini oppure in caso tu sia un Albergatore bastava trattare con i guanti i tuoi ospiti e incrociare le dita per il prossimo soggiorno.

Nel 2016 non puoi pensare valgano ancora queste regole, il mercato evolve; i tuoi concorrenti si diversificano e i tuoi clienti sono sempre più informati e competenti. Il consumatore di oggi è esperto e attento e non lascia nulla al caso.

 

I numeri

In Italia tutti i giorni circa 36,9 milioni di persone utilizza internet, ce lo dice l’Istat che è una fonte accreditata in una ricerca del 2014; a sostegno di ciò i dati del Global Web Index Q1 2015 parlano chiaro il 70% degli utenti intervistati è attivo sui Social Media (su un campione di 170.000 utenti in 32 mercati) e ascolta, ascolta un utente ha circa 5 account ed è presente su 3 piattaforme Social. Caro mio se pensi che il tuo locale non debba essere online perdi una fetta di mercato che potrebbe finire nelle mani del tuo dirimpettaio e tu non lo vuoi vero?

 

Cosa devi fare

 

  • Dai vita al tuo Brand

So che non ne sai nulla di Social Media, sono qui per questo tranquillo. I Social Media sono piattaforme di interazione in cui gli utenti ritrovano i loro amici, conversano e cercano il modo di interagire con i loro marchi preferiti. Tu cosa c’entri? Non vuoi essere un Marchio anche tu? Abbandona il tuo essere retrò e trasformati in un Brand! Essere social significa farsi trovare nella piazza virtuale dove ci sono più clienti potenziali di quelli che passeggiano davanti alla porta del tuo Ristorante o del tuo Albergo; significa mantenere un filo diretto con i tuoi clienti effettivi e non lasciarli ai concorrenti una volta allontanatosi dal tuo uscio; significa ascoltare e crescere insieme ai tuoi clienti affinché essi siano talmente tanto affezionati a che non sceglierebbero mai altrove. Registrati a Facebook, Twitter e Google Local bastano pochi semplici passi e sarai online nel modo utile alla tua attività almeno per iniziare questi sono davvero indispensabili. Soprattutto con le Maps i clienti potranno ritrovare il tuo Ristorante o il tuo Albergo direttamente nella via dove si trovano a passare, facile non credi?

 

  • Ascolta la tua Comunità

Giustamente non sai come poterla ascoltare perché non possiedi gli strumenti giusti. Uno tra i più utili è sicuramente Tweetdeck, un vero e proprio “ricercatore” di tweet che ti appartengono. Dopo la registrazione sul sito potrai intercettare tutti i cinguettii in cui sei menzionato e tenere sotto controllo la tua web reputation. Avere un radar su quanti ti nominano è utile sia per esprimere la tua gratitudine verso coloro che esprimono un pensiero positivo per te, sia per capire ciò che non va e ascoltare le chiacchierate tra gli utenti che ti nominano che capire la tua nicchia di cosa parla e di cosa necessita. Possa essere una critica costruttiva sul condimento dei ravioli oppure il tappetino del bagno della stanza del tuo albergo che non era perfettamente pulito, tu devi saperlo!

Twitter Dashboard

[Dashbord Tweetdeck]

  • Crea contenuti di valore

Differenzia il contenuto a seconda della Piattaforma utilizzata e non fare copia/incolla di quello che scrivi su Facebook, ad esempio, su Twitter perché ogni strumento ha il suo metodo, la sua dialettica e la sua espressività. Facebook è la piattaforma delle emozioni, Twitter quella del microblogging, Instagram e Pinterest quella del Visual. A proposito di immagini, il potere evocativo dei contenuti accompagnati da un’accuratezza visuale fa sicuramente la differenza. I post possono essere curati attraverso un tool di modifica delle immagini come Canva, che ti permette di scegliere tra layout free o a pagamento, di inserire un testo e un’immagine. Magari con un piatto particolare appena uscito dalla cucina oppure una stanza del tuo hotel, potrai far breccia nel cuore di un numero di clienti maggiore.

 

Perchè devi farlo

Conoscendo a fondo la tua nicchia, ascoltando la tua community e dedicandoti anima e cuore alla tua presenza online. Il tuo Ristorante o il tuo Albergo sarà maggiormente apprezzato, sarà più visibile e finalmente i Clienti entreranno anche in periodi dell’anno non troppo pieni.

Tutto ciò che hai costruito fuori dalla rete, ora è necessario costruirlo in quella scatola che proprio non ti piace che si chiama computer, in quei dispositivi che sono sempre con ognuno di noi che si chiamano smartphone e ovunque ancora tu non sia mai stato, perché è proprio lì che si definirà la vita della tua rinnovata attività.

 

Se ti ritrovi in questo articolo, hai avuto altre esperienze con esperti in comunicazione che non ti hanno aiutato o sei puramente curioso commenta più in basso e fammi avere la tua opinione, te ne sarò grata!


Monia Taglienti
Monia Taglienti
Social Media Manager, Copywriter e Blogger per RistoWebMarketing e Investo In Italia. Sono una fanatica delle parole e un’adulatrice dei social media; social da sociale, il famoso Human to Human a cui tanto auspichiamo! Laureata in Scienze della Comunicazione, ho scelto con indirizzo caratterizzante Comunicazione della Conoscenza per le Imprese e le Organizzazioni. Nel tempo che mi rimane, amo la natura, colorare i miei zentangle e curare le relazioni offline.