Comunicazione H2H: cos’è e perché ne abbiamo tutti bisogno!

Comunicazione H2H: cos’è e perché ne abbiamo tutti bisogno!

Comunicazione H2H

Cos’è la comunicazione H2H ? Bryan Kramer sostiene che <<Non importa quale linguaggio parli, qual è il brand o il messaggio che stai cercando di lanciare. Quello di cui tutti abbiamo bisogno è di parlare in modo ‘umano’>>. 

[Tweet “Non esiste più il B2B e il B2C ma solamente l’#H2H, ovvero Human to Human!”]

La comunicazione deve essere genuina e lineare, bisogna accettare quella sfida che consiste nel cercare di capire e spiegare ciò che è complesso e dargli una forma più semplice.
La chiave fondamentale per interagire nel new marketing è capire che tu sei il tuo brand, sei la tua azienda, il tuo marchio. Sei tu che ti rivolgi alla tua audience.

È cruciale che ricordi a te stesso che tu sei semplicemente un uomo che si rivolge ad un altro essere umano. Hai notato che i post auto celebrativi, stile “Ehy guarda quant’è figo il mio brand!” non hanno effetto sulla tua audience e ti allontanano dai potenziali consumatori?

Una comunicazione reale ed efficiace è quella che focalizza l’attenzione sulle relazioni con i clienti. Cerca di capire chi sono i tuoi clienti ideali, quali sono i loro bisogni, in modo da creare un messaggio di marketing che riesca a coinvolgerli. I social media sono un delle più grandi risorse per la comprensione del tuo pubblico che hai a disposizione quotidianamente. I social media si rivolgono ad ogni audience, per ogni industria, prodotto o servizio, in tutto il mondo e non importa che il tuo business sia il B2B o il B2C.

Il tuo cliente è un tuo amico e un prospect è il tuo migliore amico che devi ancora conoscere.
Il concetto che devi assolutamente tenere a mente è che ora devi coinvolgere.
Il tuo brand è il risultato di quello che gli altri dicono e non di quello che il brand dice di se stesso. Visto che non potrai mai controllare le esatte parole che vengono usate nel panorama digitale per riferirsi a te, cerca di controllare l’esperienza che le persone hanno con te.

Come deve essere una comunicazione diretta ai tuo clienti?

  • Disinvolta
  • Entusiasta
  • Trasparente
  • Adattabile
  • A cui è possibile rispondere
  • Onesta
  • Coinvolgente
  • Conversazionale

Come il Marketing Inbound dedica attenzione all’ H2H

L’attenzione che l’Inbound Marketing  pone sulle relazioni H2H che circondano il mondo degli affari può essere manifestata attraverso:

1l’identificazione della buyer persona
Ti permetterà di ricordarti sempre che i tuoi clienti hanno esigenze ed emozioni umane, proprio come te.

2la ricerca
L’ottimizzazione delle tue pagine web deve prima essere fatta per le persone e poi per i motori di ricerca. Questo eprchè il tuo sito potrà anche essere nella prima pagina di Google, ma nessuno comprerà mai da un sito costruito per i robot. E se già questo non fosse è abbastanza, Google non posizionerà bene il tuo sito se non risponde alle richieste degli utenti.

3la user experience
Il design del tuo sito deve innanzitutto fornire una esperienza memorabile a ciascun visitatore (umano). Anche se sei una società multinazionale che lavora solo nel B2B, ogni utente che hai è un essere umano che vuole dal tuo sito un’esperienza pienamente soddisfacente.

4i Social media
Un approccio H2H comporta la consapevolezza che una strategia social media riguarda la conversazione con i tuoi clienti o prospect e non è semplicemente un tool per auto pubblicarsi.

5l’analisi
Mai dimenticare quali sono le metriche da tenere sotto controllo: i dati sulle conversioni e il coinvolgimento sui social, il monitoraggio del traffico sul tuo sito esistono per aiutare a connetterti meglio con i tuoi clienti (umani) e quindi fornire la migliore user experience possibile.

Comunicazione H2HQuali sono i vantaggi di umanizzare il tuo brand

Ha la possibilità di trasformare i clienti in tuoi amici. Gli amici sono molto più ricettivi riguardo a cosa offri e allo stesso tempo sarai un riferimento di qualità per i tuoi prodotti e servizi

Hai l’opportunità di rendere il tuo brand reale. Puoi raccontare la tua azienda ai tuoi prospect con vari strumenti di storytelling multimediale, molto più efficaci che elencare date e descrizioni di prodotti.

Il feedback da parte dei clienti è più immediato e il customer service potenziato, aumentando così la fedeltà verso la tua azienda e i tuoi servizi.

Come rispondere alle incertezze e ai dubbi sull’intraprendere la strada della comunicazione H2H

Cambiare non è mai facile. Si ha paura di fare le scelte sbagliate e di abbandonare una strada che crediamo essere solida e conosciuta. Queste sono tre tipologie di obiezioni che è possibile sentirsi dire e come possiamo rispondere.

Domanda tipo n. 1:
Ma noi siamo un’azienda grande ed è difficile per il nostro brand essere percepito come umano.”

I principi sono gli stessi che si usano public speaking. Che tu parli a due persone o a venti mila, quello che vogliono da te è che lo fai col cuore. Tutto quello che devi fare è comunicare esattamente come fai quando parli ad una persona. Personalizza il tuo contenuto, rendilo rilevante per la tua audience e sii genuino.

Domanda tipo n. 2:
“Io so già tutto nel mio campo, non ho bisogno di fare ulteriori sforzi per comunicare creativamente con la mi audience.”

Non dare per scontate le relazioni, nella vita reale così come nel business. I clienti devono sentirsi apprezzati, coccolati e vogliono essere sorpresi con quei pensieri che daranno prova della vostra gratitudine nei loro confronti.

Domanda tipo n. 3:
“I miei clienti sono dirigenti, leader, decision maker. A loro non interessa guardare i video. Vogliono solo leggere qualcosa e prendere una decisione.”

Il potere dei video come strumento di comunicazione H2H è ormai indiscutibile. C’è una ricerca di Cisco e Gartner che suggerisce che un’azienda che non usa il video marketing come strumento di comunicazione viene etichettata come antica. Se la questione del tempo investito è importante, usa video brevi e solo quelli prodotti bene. Rimarresti stupito dalla quantità di informazioni che possono essere racchiuse in un minuto di video. Il video può aiutarti a catturare l’attenzione e dopo di chè puoi supportare la comunicazione con parole e immagini.

Conclusioni

Da oggi in poi, invece di pubblicizzare quali sono i tuoi prodotti e servizi, raggiungi i tuoi prospect con lo scopo di capire di cosa loro hanno bisogno e poi parti con l’advertising.

  • Mostra empatia con chi si mette in contatto con te.
  • Inizia una conversazione e chiedi cosa puoi fare per loro.
  • Rendi il processo di comunicazione il più semplice possibile.
  • Personalizza i tuoi contenuti
  • Se puoi, se il tuo campo lo permette, cerca di essere divertente.
  • Mettici la faccia.

E tu cosa ne pensi a riguardo?? Facci sapere nei commenti di seguito. e Be Human!


Francesco Rienzi
Francesco Rienzi
Digital Strategist, creativo, docente e innovatore. Esperto di web marketing, owner Rienzi Comunica e community manager presso Coworking Varese.